Cremona, 30 settembre 2017 - Furto nella chiesa di San Bernardino a Crema: rubate particole consacrate. "L'ipotesi di un utilizzo delle ostie per messe nere e riti satanici come movente del furto al momento sembra esclusa", rassicura il parroco don Lorenzo Roncali.

Si tratta dell'ultimo episodio di una serie di furti e vandalismi compiuti in parrocchia. Tempo fa sono apparse scritte ingiuriose sulle pareti dell'oratorio e sul piazzale della chiesa. Poi è stata compiuta un'aggressione al personale del bar. Di recente ancora vandalismi e scritte minacciose nei confronti del sacerdote.

Ad accorgersi che uno dei tabernacoli era stato svuotato è stato il sacrestano che, dopo aver aperto la chiesa e gli ambienti adiacenti, stava svolgendo altre mansioni. Il tabernacolo non è stato forzato, ma aperto con la chiave che si trovava in sacrestia. "A sparire sono state circa 20 particole - conferma don Lorenzo -. Ho provveduto subito a sporgere denuncia. Questo è un gesto grave, da condannare, per il quale non ci sono parole".