Crema, 6 novembre 2017 - Furto notturno al distributore Erg, d  via Bergamo, fuori l’abitato di S. Maria. Ad accorgersi di tutto il titolare, Ronald Cane che nella prima mattinata di ieri si è recato a controllare il self service. E così ha trovato una brutta sorpresa. Il proprietario ha visto che il suo ufficio era stato svaligiato e ha chiamato la polizia di Crema. Insieme hanno effettuato un sopralluogo e hanno scoperto che i banditi sono penetrati nella postazione in piena notte.  Dapprima però si vede un uomo travisato che blocca le riprese della video sorveglianza applicando davanti agli obiettivi delle cineprese dei fogli di carta.

Poi i banditi, di certo più di uno, hanno cercato di penetrare nell’ufficio da una parete, provando a togliere una lamiera e per fare questo aiutandosi con una leva. Ma la parete ha resistito e i ladri, dopo qualche tentativo, hanno preferito cercare un’altra strada. Con una mazza, probabilmente, hanno sfasciato una finestra e a quel punto hanno avuto via libera. Una volta dentro, le attenzione dei malviventi si sono indirizzate al registratore di cassa che è stato scassinato e aperto. Dentro c’erano circa 250 euro che sono spariti.

Poi i malviventi hanno portato fuori olio per motore e altro materiale in vendita nella stazione di servizio. Prima di andarsene, i ladri si sono impossessati anche del computer portatile dell’esercente. E questo probabilmente sarà il problema maggiore per il titolare perché, come ha riferito agli agenti, all’interno del computer c’era tutta la contabilità e quindi per lui sarà difficile ricostruire i movimenti fiscali della sua attività. Continua, dunque, la sequenza di furti che nelle ultime due settimane sta interessando il territorio cremasco. I malviventi stanno colpendo ovunque e vengono segnalati furti a Offanengo, Izano, dove se ne contano una dozzina, Crema, Palazzo Pignano, Castelleone, quasi tutti portati a termine nella prima serata, dalle 18.30 alle 20.