Crema, 7 settembre 2017 - Nuovo allarme per le nutrie, che sono sempre più audaci ed entrano in città. In questi ultimi giorni in Comune sono pervenute segnalazioni per quanto riguarda il quartiere di Ombriano, che comunque è periferico e ha nel suo territorio rogge e campi, ma le segnalazioni arrivano anche da Crema Nuova e pure da via Crispi, strada che costeggia il centro storico e il Campo di Marte, zone comunque più centrali. È vero che entrambi i posti hanno a che vedere con tratti di campagna o con rogge, ma non si era mai verificato di trovare le nutrie così dentro la città. E il problema diventa di sempre più difficile soluzione, perché i mezzi messi in campo sin qui si sono dimostrati del tutto inefficienti.

Sparare alle nutrie è un deterrente inutile, oltre che costoso, visto che si vuole fornire le munizioni ai cacciatori ed è necessario approntare i frigoriferi per contenere i cadaveri prima di potersene disfare. Prenderle con le gabbie per poi far fare loro una fine misera, è altrettanto inutile. Ora, con le norme emanate, non è possibile cacciare le nutrie nel centro abitato e sin qui non è stata adottata l’unica soluzione che dia risultati certi, cioè la cattura dell’animale vivo e la sua sterilizzazione, per poi rimetterlo in natura dove sarà del tutto innocuo. Si tenga conto che sterilizzare un maschio è un’operazione di pochi minuti.