Crema, 30 agosto 2017 - Due furti e ladri catturati. Ma in entrambi i casi, liberi. Il primo furto è avvenuto l’altra sera ai danni di una giovane che stava cenando in un ristorante all’aperto. La ragazza ha lasciato la borsa sulla sedia e si è allontanata, ma ha notato una coppia che si è avvicinata e ha messo le mani nella borsetta. È tornata sui suoi passi per chiedere spiegazioni ed è stata raggiunta prima dagli uomini della protezione civile, presenti nei pressi e poi dalla polizia. L’uomo della coppia ha cercato prima di giustificare il gesto affermando di star cercando una borsetta rubata e poi di nascondere il portafogli appena trafugato, ma è stato visto. Lui, 45 anni e lei, 28 anni, entrambi cremaschi, sono stati denunciati a piede libero per furto aggravato.

Il secondo furto si è verificato lunedì mattina intorno alle 10.30 a Capralba. Un 47enne di Trescore ha scassinato la porta di casa di un uomo di Capralba ed è entrato con l’intenzione di rubare. Ma poco dopo il padrone di casa è rientrato e lo ha visto nel suo appartamento. Il ladro ha arraffato il portafogli e due pacchetti di sigarette ed è fuggito da una finestra, raggiungendo la sua bicicletta. Ma il derubato ha chiamato i carabinieri e lo ha seguito con l’auto, fintanto che il ladro non si è infilato in una via chiusa ed è stato preso e arrestato. Ieri nella tarda mattinata è comparso davanti al giudice che, saputo che nel portafogli c’erano solo 20 euro e dalla casa non mancava altro, ne ha ordinato la scarcerazione. L’arrestato è il ladro seriale di Trescore che ha al suo attivo una decina di furti nel negozio di salumiere del paese. Ha rifiutato di essere curato al Sert, non vuole essere ricoverato, non ha intenzione di riprendere uno stile di vita normale.