Cremona, 9 novembre 2017 - Centoquaranta detenuti sono stati evacuati dalle loro celle durante la notte a causa di un incendio provocato dando fuoco ad un materasso. Secondo quanto riferisce Antonio Fellone coordinatore nazionale Sindacato SiNAPPe, il responsabile sarebbe un detenuto di origine straniera e all'origine del suo gesto ci sarebbe la mancata somministrazione di un farmaco. A parte qualche disagio per il fumo non si registrano feriti e i detenuti sono rientrati nelle loro celle dopo qualche ora. 

"Il SiNAPPe esprime un plauso per la grande professionalità dimostrata da quelle poche unità di polizia penitenziaria presenti al momento dei fatti che mettendo a rischio la propria vita - afferma Fellone - hanno tratto in salvo circa 140 detenuti". Sull'episodio è intervenuto anche Stefano Borghesi, deputato della Lega Nord. "Ancora una volta, però, solo la professionalità della polizia penitenziaria ha evitato il peggio - afferma -. Sono anni che la Lega al fianco dei sindacati di settore denuncia le condizioni di estrema difficoltà in cui è costretto ad operare il corpo di polizia penitenziaria completamente dimenticato da questo governo".