Cremona, 3 ottobre 2017 - Bimba chiusa in auto liberata dai vigili del fuoco. È successo a Offanengo, dove una donna ha lasciato la bambina di due anni in auto per recarsi in farmacia. Ma con la piccola sono rimaste anche le chiavi dell’auto e quando la mamma è tornata alla vettura si è accorta che la Matiz era chiusa dall’interno e che lei non avrebbe potuto aprirla.

Erano le 10.30 quando il 118, allertato dalla mamma, ha inviato a Offanengo un’ambulanza che, a sua volta, ha chiamato i vigili del fuoco. La donna ha spiegato di essere arrivata davanti alla farmacia in auto con la bambina e con sua mamma. Sembra che la donna avesse pensato che la propria madre sarebbe rimasta in auto e per questo non ha ritenuto di recuperare le chiavi della vettura, che ha lasciato inserite nel cruscotto. Invece, mentre lei era in farmacia, anche la mamma è scesa dall’auto. A questo punto probabilmente la bambina, che era seduta sul seggiolino, ha fatto scattare la chiusura interna delle portiere e mamma e nonna sono rimaste fuori. Vista l’impossibilità di aprire la porta, i soccorritori hanno fatto intervenire i pompieri i quali, in una decina di minuti, sono riusciti a forzare la portiera della Matiz senza dover rompere un vetro e a riportare alla normalità la situazione. Tutta la questione si è risolta in circa mezz’ora e la piccola sembra non si sia spaventata a causa delle persone che, in numero sempre più numeroso, si appressavano all’auto.