Cremona, 12 agosto 2017 - - Negozi, bar, ristoranti e laboratori di artigiani senza barriere. La Giunta comunale, su proposta dell’Assessore alla Trasparenza e Vivibilità sociale Rosita Viola - in sinergia con le Associazioni aderenti al Coordinamento Disabilità (CODIS) istituito presso il Forum Cremonese del Terzo Settore, ha dato l’ok all'iniziativa denominata ‘Anch’io scivolo dentro’. Il progetto prevede l’avvio dell’abbattimento delle barriere architettoniche all’ingresso delle attività commerciali e artigianali del centro storico che vorranno aderire all’iniziativa per superare gli impedimenti, in particolare gradini, che rendono molto difficoltoso in diversi esercizi l’accesso a coloro che utilizzano carrozzine. La proposta prevede di mettere a disposizione in comodato d’uso gratuito ai titolari di attività commerciali ed artigianali aderenti, in via sperimentale, per iniziare dieci scivoli pieghevoli e rimovibili che consentono di superare un dislivello massimo di 20 centimetri, in grado di sopportare un carico di 280 chilogrammi.

Agli esercizi che parteciperanno all’iniziativa, verrà fornita una vetrofania specifica che consentirà ai clienti di visualizzare il ‘negozio senza barriere’. In collaborazione con l'assessore alla Città vivibile e la Rigenerazione urbana, con delega al Commercio Barbara Manfredini il progetto sarà presentato al Distretto Urbano del Commercio, per coinvolgere le categorie e costruire insieme una collaborazione unitamente al CODIS. “Per una città sempre più accessibile è necessario il coinvolgimento di tutti e una sinergia stretta tra pubblico e privato - è il commento dell’Assessore Rosita Viola - sulla scorta delle buone pratiche attuate nei Comuni di Asti e di Parma, abbiamo voluto portare anche a Cremona il progetto sui negozi senza barriere per proseguire e diffondere il lavoro che stiamo portando avanti per abbattere le barriere architettoniche in città, ma anche continuare a informare e sensibilizzare per abbattere quelle culturali. Ringrazio il CODIS con il quale stiamo collaborando per sviluppare diverse progettualità in rete”.