12 agosto 2017, Bergamo - In città durante la settimana di Ferragosto? Niente panico: ad allettare le vostre giornate pensano le proposte del cartellone di “Bergamo Estate”, il ricco programma estivo del Comune di Bergamo che, proprio in quei giorni, dedicherà particolare attenzione alla scoperta della città. Si parte oggi con la visita ai sotterranei delle Mura Venete, curata dal Gruppo Speleologico Le Nottole. Dalla Cannoniera di San Michele a quella della Fara fino alla Sortita dell’Acquedotto, i partecipanti trascorreranno un pomeriggio alla scoperta della Bergamo sotterranea: il ritrovo alle ore 14.30 è previsto davanti alla chiesa di S. Agostino. La prenotazione obbligatoria all’indirizzo: segreteria@nottole.it.

Sempre oggi, per il ciclo “Longuelo da scoprire”, a cura dell’associazione Vivere Longuelo, alle 17 si terrà anche una passeggiata guidata tra Longuelo e Astino con il suo splendido monastero. La professoressa Perlita Serra guiderà i partecipanti alla scoperta di campi, monasteri, torri e rogge: in questo caso il ritrovo è previsto in via Astino, angolo Ripa Pasqualina (prenotazione consigliata all’indirizzo viverelonguelo@gmail.com). Domani il Gruppo guide Città di Bergamo propone una visita al Colle di Sant’Eufemia e alla Rocca (ritrovo alle 16, piazza Mercato delle Scarpe).

Anche la prossima settimana non mancano le proposte: giovedì 17 agosto si terrà “Bergamo tra ‘800 e ‘900”, un percorso guidato serale, sempre curato dal Gruppo guide Città di Bergamo, dalla stazione ferroviaria alla stazione della funicolare (ritrovo alle 20.30 alla fontana della stazione). E per i più piccoli? Per loro l’appuntamento è per domani alle 17 in piazza Vecchia, quando arriverà “Pirù demoni e denari”, uno spettacolo di Walter Broggini per il ciclo “La piazza dei burattini”. Pirù si trova al centro di un’intricata vicenda, libera reinvenzione del mito d’Orfeo, costretto, suo malgrado, a discendere più volte agli inferi nel tentativo di liberare la bella e ricca contessa Euridice, costretta laggiù dal perfido consorte, il Conte Orfeo. Dopo peripezie, vicissitudini e accese lotte, la storia si conclude naturalmente con il trionfo del Bene.