Merone (Como), 20 giugno 2016 - Marcia di protesta contro i tagli annunciati dalla Holcim questa mattina in paese, dove a guidare il corteo che è partito dai cancelli della cementeria c'era il sindaco Giovanni Vanossi, insieme ai sindacalisti e ai lavoratori, sempre meno, occupati nell'impianto. "Stiamo seguendo passo passo la vicenda con molta apprensione - spiega il primo cittadino - e posso garantire che starò al fianco degli operai e degli impiegati della Holcim in tutti i tavoli ufficiali". 

L'obiettivo è quello di coinvolgere Provincia, Regione e arrivare fino al Ministero, anche se oggi in paese escluso il sindaco di politici non se ne sono visti. Rotto il tavolo delle trattative sindacali, dopo l'annuncio della multinazionale di voler tagliare 73 posti di lavoro tra Merone e Ternate, i lavoratori che oggi hanno indetto 8 ore di sciopero sperano in un intervento dall'alto per riuscire a ottenere almeno gli ammortizzatori sociali. In caso contrario dall'8 di agosto tute blu e impiegati rischiano di essere licenziati senza alcun tipo di tutela.