Como, 25 marzo 2017 - Il Ministero degli Affari Esteri italiano ha inserito ufficialmente Fondazione Alessandro Volta, grazie  al forte sostegno dell’ambasciatore ad Astana Stefano Ravagnan, tra i partner di Padiglione Italia in occasione dell’Esposizione Universale Expo 2017, che si terrà dal 10 giugno al 10 settembre 2017 in Kazakhstan con il tema “L’Energia del Futuro”.

L’Expo 2017 costituirà una vetrina globale delle più avanzate tecnologie e politiche volte a ridurre le emissioni di CO2, aumentare l’efficienza energetica e promuovere le fonti alternative; il tema centrale verrà declinato in quattro sotto-temi: "My future Energy”, l’uso dell’energia nella vita quotidiana; “Energy for life”, l’efficienza energetica nella pianificazione della città e delle infrastrutture; “World of Energy”, le soluzioni per uno sviluppo sostenibile con riduzione di emissioni di anidride carbonica; “Energy for all”, l'accesso equo all’energia sostenibile per la popolazione mondiale.

Fondazione Alessandro Volta, insieme a Fondazione Milano per Expo 2015, è l’unica fondazione presente tra i partner in Padiglione Italia, ed avrà il compito di allestire e gestire lo “spazio Volta” presente nello stesso Padiglione. Il Padiglione Italia, il cui tema generale è “Italy ingenuity and history as a resource for sustainable and low carbon energy”, avrà una superficie espositiva principale di 895 mq, sarà suddiviso in quattro piazze, ciascuna dedicata a un grande inventore, e una di queste sarà intitolata proprio ad Alessandro Volta, ad ulteriore testimonianza di come la figura dell’illustre comasco ricoprirà un ruolo di primissimo piano durante tutti i tre mesi dell’Esposizione Universale.

Al suo interno il territorio di Como sarà presente con uno spazio Alessandro Volta, una superficie di circa 30 mq dove si descriverne la vita, le scoperte e l’eredità lasciata, con particolare riferimento ai luoghi che lo videro protagonista con conseguente rimando al territorio in ottica turistica. All’interno sarà presente anche un manufatto che riprodurrà la pila, la più celebre invenzione di Alessandro Volta, e un pannello grafico che ne riporterà l’attività scientifica, una presenza nella Piazza Leonardo da Vinci che sarà dedicata al genio italiano dove 30 inventori racconteranno la propria esperienza di successo, convegni, eventi, incontri B2B, e una tavola rotonda sul tema dell’energia organizzati dal professor Giulio Casati, direttore scientifico della Fondazione Alessandro Volta. 

La Fondazione Alessandro Volta ha promosso la costituzione di un gruppo di lavoro per l’organizzazione e la gestione delle attività e delle iniziative in programma in concerto con i partner di progetto Camera di Commercio di Como, Comune di Como e Sviluppo Como-ComoNExT. Sono in via di perfezionamento il coinvolgimento del Comune di Cernobbio e delle strutture universitarie del territorio, con particolare riferimento all’Università dell’Insubria, che ha collaborazioni e progettualità in corso con le Università del Kazakhstan ed ha manifestato il suo interesse.