Como, 21 aprile 2017 - È in corso l’allestimento dell’area di cantiere e il montaggio di una gru per poter procedere all’intervento strutturale previsto per la Torre Pantera, la cui durata è prevista in 120 giorni. Verrà realizzato un vespaio armato, consolidati la volta, la struttura muraria e le rampe della scala e ricostruita la copertura. Direttore Lavori è l’ingegner Andrea Zuccala, responsabile unico del procedimento e direttore operativo per gli aspetti di carattere conservativo dell'edilizia storica è l’architetto Piera Pappalardo, coordinatore per la sicurezza è l’architetto Roberto Segattini. Verrà nominato anche un archeologo per l’assistenza agli scavi che, per pochi giorni, interesseranno solo gli interni della torre. La ditta aggiudicataria dell’appalto è Engeco Srl di Milano per un corrispettivo di 117mila euro, oltre agli oneri previsti per la sicurezza e l’iva.

Come riferisce la relazione illustrativa del progettista, ingegner Lorenzo Jurina, in base alle scarse informazioni storiche rinvenute, la Torre Pantera è un edificio realizzato attorno all’anno 1400 (sulle preesistenze duecentesche di una torre dei Rusconi in parte abbattuta) da Antonio Pantera, predecessore del più noto Pantero Pantera, ammiraglio della flotta pontificia vissuto nel XVII secolo. Il Palazzo Pantera occupava l’area dove attualmente insistono i giardini pubblici dedicati a Mons. Maggiolini. L’originaria torre medioevale è stata decapitata ma è sopravvissuta alle demolizioni effettuate allo scopo di dare maggiore respiro all’abside del Duomo.