Como, 26 ottobre 2017 - Al via, oggi, in Corte di Assise a Como il processo per l'omicidio dell'architetto Alfio Molteni, ucciso a colpi di pistola sotto casa a Carugo il 14 ottobre 2015. Alla sbarra il commercialista Alberto Brivio, accusato di essere il mandante dell'omicidio assieme alla ex moglie della vittima, Daniela Rho, che non compare tra gli imputati perché sarà giudicata con rito abbreviato. Con Brivio sono a processo Vincenzo Scovazzo, uno dei componenti il gruppo di fuoco che sparò, e il detective privato Giovanni Terenghi, per rispondere unicamente di calunnia.

"Alberto Brivio è innocente", ha esordito il suo legale Aldo Turconi, che ha chiesto di poter sentire in aula Daniela Rho, che secondo l'accusa aveva una relazione sentimentale con il commercialista. La difesa ha presentato una lista di 254 testimoni. Secondo l'accusa Rho e Brivio avevano commissionato a un gruppo di persone della malavita locale una serie di atti intimidatori nei confronti di Molteni, allo scopo di metterlo in cattiva luce con i giudici che avrebbero dovuto decidere dell'affidamento dei figli in seguito alla causa di separazione. Ma il 14 ottobre di due anni fa quello che in teoria doveva essere solo un pesante avvertimento finì in tragedia.