Mozzate (Como), 18 febbraio 2015 - Sarà processato per duplice omicidio aggravato, il 15 luglio, in Corte d'Assise a Rimini Dritan Demiraj,il ragazzo Albanese che uccise la ex fidanzata Lidia Nusdorfi nella stazione di Mozzate. Il 29enne è accusato anche dell'assassinio di Silvio Mannina, avvenuto il 28 febbraio 2014 a Santarcangelo, l'uomo che frequentava la ex compagna prima di essere assassinata nel sottopassaggio della stazione il primo marzo del 2014. L'albanese  è reo confesso ed è stato rinviato a giudizio dal gup Sonia Pasini. Coimputati sempre per duplice omicidio pluriaggravato la fidanzata del killer, Monica Sanchi35 anni cameriera riccionese, ricoverata in una struttura ospedaliera per seri problemi di salute, e lo zio di Demiraj, Sadik Dine, un pescatore di 60 anni. Le indagini dei carabinieri di Rimini si erano concentrate fin da subito su ciò che accadde la notte prima dell'omicidio di Lidia Nusdorfi a Mozzate e perché e in quali circostanze Mannina era stato ucciso.