Como, 29 dicembre 2017 - È arrivata al pronto soccorso del Sant’Anna in condizioni disperate, ed è morta nonostante i tentativi dei medici di rianimarla. Maria Lourdes Mendoza, detta Malù, ha perso la vita a 64 anni, mentre pedalava lungo la via Nino Bixio. Di origini filippine e residente a Como da parecchi anni, è stata investita ieri mattina pochi minuti prima delle 7 mentre si trovava all’altezza dell’incrocio con via XXVII Maggio. È stata urtata da un’auto, un’utilitaria proveniente da piazza Santa Teresa guidata da un uomo di 60 anni. L’ambulanza del 118 l’ha trasportata all’ospedale di San Fermo, dove immediatamente è stata presa in carico per un intervento intensivo, un tentativo di rianimazione che purtroppo non è servito a nulla.

La donna è morta in mattinata. In Italia dal 1979, viveva a Como dall’82, dove aveva iniziato a collaborare con l’ufficio stranieri della Cgil di via Italia Libera come volontaria, punto di riferimento della comunità filippina. Mediatrice culturale, autrice di articoli sulla condizione dei cittadini filippini in Italia, per anni organizzatrice della festa natalizia dalle Canossiane, era una presenza più che nota in molti ambienti cittadini. Il sindacato ieri ha diffuso una nota per esprimere il dispiacere e il lutto che questa notizia ha portato tra le numerosissime persone che hanno conosciuto Malù, o collaborato con lei: «Apprendiamo con tristezza una drammatica notizia: questa mattina, a seguito di un incidente stradale, ha perso la vita Maria Lourdes Mendoza, per noi Malù, una storica collaboratrice volontaria dell’ufficio stranieri della Cgil di Como, impegnata da anni nell’attività di volontariato a favore dei lavoratori stranieri e riferimento per la comunità filippina del comasco. Malù è stata una presenza importante che non ha mai fatto venir meno il suo contributo alle iniziative della Cgil, e ultimamente aveva partecipato alla manifestazione nazionale del 2 dicembre a Torino».