Como, 10 agosto 2017 - E' morto il frontaliere comasco che l'altro ieri, mercoledì, a Manno, alla periferia di Lugano è precipitato da otto metri di altezza. La vittima si chiamava Renzo De Maddalena, aveva 58 anni ed era di Dongo. Di professione era operaio dipendente di un'azienda di lattoneria.

L'uomo è spirato in ospedale, poco dopo il suo ricovero a causa delle gravi ferite che ha riportato e che non gli hanno lasciato scampo. Secondo gli agenti della Polizia cantonale il 58enne stava lavorando sul tetto di un capannone per un intervento di manutenzione. Avrebbe sfondato una sorta di tettoia ondulata in plastica, cadendo nel vuoto.

E' stato subito soccorso dai sanitari della Croce verde di Lugano. Le sue condizioni sono parse immediatamente critiche. Nonostante il ricovero in ospedale è infatti poi morto.