Como, 10 agosto 2017 - Da domani e almeno per un mese chiude il viadotto dei Lavatoi. Una decisione presa dal sindaco Mario Landriscina che già un mese fa, subito dopo il suo insediamento, si era scontrato con la necessità di vietare il transito sull'infrastruttura ai mezzi pesanti a causa di fastidiose vibrazioni. 

Compiute le verifiche del caso oggi è arrivata la decisione di chiudere il viadotto per almeno 30/40 giorni, il tempo necessario per compiere un primo intervento di messa in sicurezza che consentirà di riaprire la strada almeno ai mezzi leggeri. Per i camion sopra le 7,5 tonnellate di peso infatti il divieto di transito durerà molto più a lungo, almeno un anno, con la riapertura subordinata a un intervento consolidamento della struttura che però potrà essere valutato solo nei prossimi mesi. 

A partire dalla mattinata di domani i due ingressi del viadotto saranno sbarrati da barriere new jersey e le pattuglie della polizia locale, almeno nei primi giorni, sorveglieranno la zona e monitoreranno le via Sant'Anna e la Canturina che saranno sollecitate dal traffico in entrate e in uscita in città. Una corsa contro il tempo per riuscire a riaprire, anche se solo al traffico leggero, il viadotto entro l'inizio delle scuole, anche se non sarà facile appaltare i lavori nel mese di agosto.