Como, 25 marzo 2017 - Elegantissima, con indosso un abito di seta impreziosito da giacca e scarpe di colore blu in onore dei colori del Calcio Como la nuova presidente, Akosua Puni, si è presentata oggi all'incontro con la stampa, in attesa di fare il suo ingresso ufficiale domani sera al Sinigaglia, in tribuna per la partita contro il Piacenza. 

"Buongiorno a tutti - ha salutato in italiano, per proseguire con una breve presentazione in inglese - sono molto felice di essere qui a Como, una città che conosco e amo per la sua bellezza e per la laboriosità della sua gente. Sono un'imprenditrice e amo il calcio che in Ghana è lo sport più popolare, da tempo volevo investire in un progetto sportivo in Europa e in particolare in Italia, quando mi si è concretizzata la possibilità di farlo qui a Como non ho avuto dubbi. Mi sono avvicinata con rispetto a questa società che più di un secolo di storia e malgrado tutte le difficoltà che ha dovuto attraversare in questi mesi sta disputando un buon campionato". 

Lady Essien non ha avuto ancora modo di incontrare i giocatori, ma ha avuto un breve colloquio con l'allenatore Fabio Gallo. "Mi sono complimentata con lui per il buon lavoro che sta facendo - ha proseguito Akosua Puni - Abbiamo voglia di lavorare e le idee chiare: vorremo approdare in serie B con la prima squadra e rafforzare il settore giovanile, che so essere un'eccellenza del Como. In Africa abbiamo una squadra di calcio ma sappiamo che qui sarà completamente diverso, in questi primi tre mesi cercheremo di approfondire la situazione e poi con la squadra che mi affianca decideremo come intervenire". 

A chi le ha chiesto se dietro a lei c'è l'Inter di Thohir, che recentemente ha firmato un contratto con il marito Michael Essien per ingaggiarlo nella sua squadra, il Persib, che milita nel campionato Indonesiano, ha risposto perentoria. "Non conoscono mister Thohir e non capisco perché mi facciate questa domanda. Qui a Como investo i miei soldi, sono una donna d'affari e mio marito, di cui sono la prima fan, si è limitato a darmi a qualche consiglio, ma nulla più. La mia attività principale è offrire consulenze, attraverso la mia società, ad aziende e multinazionali che vogliono investire in Africa. Ho comprato il Como alla quarta asta non per speculazione, ma perché non è stato facile per via delle vostre procedure presentare un'offerta. Imparerete a conoscermi, ho intenzioni serie come tutto il mio staff e sono sicura che insieme faremo bene". 

A darle il benvenuto anche il sindaco di Como, Mario Lucini, che le ha regalato un libro fotografico sulla città e i tifosi del Como, che le hanno regalato una sciarpa del gruppo "Pesi massimi". A lady Essien la società ha regalato anche una maglietta personalizzata del Calcio Como, che lunedì diventerà definitivamente suo dopo la firma degli atti dal notaio.