Como, 17 marzo 2107 – La Procura di Como, e in particolare il sostituto procuratore Pasquale Addesso che coordina le indagini, ha notificato la richiesta di rinvio a giudizio al sindaco di Como, Mario Lucini, coinvolto nell’indagine sulla turbativa d’asta del cantiere paratie del lungolago. L’udienza preliminare è stata fissata il prossimo 12 aprile. «Ribadisco – dice Lucini - di essermi impegnato senza risparmio, sin dal primo giorno del mio mandato, per affrontare e risolvere un grave problema della città, pesante eredità di scelte fatte da chi ci ha preceduto, scelte che io non avevo condiviso». Il primo filone di indagine, che coinvolge i dirigenti di settore Antonio Ferro e Pietro Gilardoni, è già a processo con giudizio immediato.