Como, 27 dicembre 2017 - Prodotti da forno, pasticceria e farinacei lombardi si confermano una delle voci di export più importanti a livello regionale, presenti sulle tavole del mondo nei giorni di festa, anche provenienti da aziende Comasche. La Lombardia ne esporta per un valore di circa 36 milioni di euro al mese, pari a quasi 325 milioni di euro nei primi nove mesi del 2017, in crescita rispetto allo scorso anno del 10 per cento. Tra panettoni, pasticceria e pane da Milano partono prodotti per quasi 154 milioni di euro, mentre seconda è Brescia con 44 milioni, terza Varese con 38. Vengono poi Mantova e Cremona con oltre 20 milioni, superano i 10 milioni anche Pavia e Como. Il mondo anglosassone è quello che apprezza di più i prodotti per le feste: Regno Unito e Stati Uniti sono infatti le prime mete dell’export nazionale, in crescita rispettivamente dell’11 e del 19 per cento. Terza la Germania, seguita da Francia, Svizzera e Austria.