Como, 2 gennaio 2018 - Un Capodanno responsabile quello che si è festeggiato in città, grazie ai controlli della polizia locale che ben prima di San Silvestro si sono attivati per monitorare la vendita e l'utilizzo dei botti, vietati da un'ordinanza la notte del 31. Quattro vigili hanno controllato alcune attività produttive ed esercizi di vendita a partire dal 27 dicembre. In una cartoleria sono state sequestrate 16 confezioni di giochi pirotecnici difformi, il 28 in un'altra cartoleria ne sono state sequestrate 46. I negozianti se la sono cavata con una multa da 50 euro. Il 29 dicembre sono stati effettuati 7 sequestri per un totale di 185 pezzi, il 31 altri 7 sequestri di 423 pezzi, l'1 gennaio 5 sequestri di 304 pezzi, oltre a un verbale e a un sequestro di giochi pirotecnici illegali (16 pezzi).

La notte dell'ultimo a vigilare sul brindisi dei comaschi sono stati 13 agenti, suddivisi in quattro pattuglie di tre addetti più un ufficiale di coordinamento. Tre pattuglie sono state dedicate al pronto intervento e ai controlli commerciali e stradali, un equipaggio di tre addetti in borghese hanno svolto servizio di ausilio alle pattuglie in divisa. Alle 22,30 sono iniziati i controlli preventivi di polizia commerciale, alle 23,40 è stata disposta la chiusura al transito dei veicoli, esclusi quelli di emergenza, con l'invio delle pattuglie in piazza Matteotti, via Recchi/Rosselli e piazza del Popolo. A causa della pioggia la folla ha lasciato il lungolago in tempi brevi e alle 00,40 è stato possibile riaprire la circolazione.