Carbonate, 6 gennaio 2018 – Botte e insulti la sorella e al nonno. Mesi di maltrattamenti per i quali è finito in carcere questa mattina un venticinquenne di Carbonate, arrestato su ordinanza di custodia cautelare dai carabinieri di Mozzate, accusato di maltrattamenti in famiglia. Le condotte, ripetute nel tempo, hanno avuto come bersaglio la sorella e il nonno: insulti, minacce e schiaffi per i più svariati motivi, tra cui la pretesa di denaro. Il tutto è stato ricostruito dai militari che, una volta acquisite le testimonianze e proceduto alle dovute attività d’indagine che hanno confermato quanto dichiarato, sono giunti a raccogliere indizi di colpevolezza nei suoi confronti. La Procura di Como ha quindi chiesto l’ordinanza, eseguita questa mattina, con conseguente accompagnamento in carcere al Bassone.