Bregnano, 15 luglio 2017 – In carcere per lo spaccio nei boschi della Bassa. I carabinieri di Cermenate hanno arrestato un uomo di 37 anni di Bregnano, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare per spaccio di droga: gli vengono contestate decine di cessioni avvenuti nei boschi di Bregnano e Cadorago, da ottobre 2016 a oggi. “Giacomino”, questo è il soprannome con il quale l’arrestato è conosciuto nell’ambiente, secondo gli inquirenti era divenuto persona di fiducia di vari gruppi di spacciatori magrebini: provvedeva personalmente a consegnare le dosi di cocaina, eroina e hashish ai vari acquirenti, divenendo, in breve, per molti tossicodipendenti della zona. Un vero e proprio punto di riferimento, sempre in grado di reperire lo stupefacente, disponibile a qualsiasi ora del giorno e della notte. Le indagini proseguono sul gruppo di spacciatori magrebini per conto dei quali l’arrestato svolgeva il suo lavoro, anche fornendo loro un vero e proprio supporto logistico: rifornimento di cibo, indumenti, ricarica delle batterie dei cellulari e quello che serviva.