Como, 6 settembre 2017 - Serata movimentata quella di ieri in centro città dopo il ritrovamento, poco prima delle 23, di una bomba a mano funzionante e ancora carica, molto probabilmente risalente alla Seconda Guerra Mondiale, nella zona della fontana di Villa Geno

Sul posto sono intervenuti gli artificieri della polizia i quali, con l'assistenza dei vigili del fuoco, si sono occupati di far brillare l'ordigno. Prima è stata scavata una buca in riva al lago poi l'ordigno è stato trasportato, con la massima cautela, e ricoperto di una decina di sacchi di sabbia. Solo allora, evacuata l'area, la bomba è stata fatta brillare con un microcarica. Rimane da stabilire chi abbia abbandonato l'ordigno a Villa Geno, incurante del fatto che sarebbe potuto esplodere se toccato inavvertitamente.