Cantù (Como), 22 giugno 2017 - Una famiglia un tempo felice diventata covo di infelicità. Un racconto di solitudini e di disperazioni in cui però emerge sempre una speranza, grazie a una tenerezza nutrita di amore e lealtà, che danno la forza di affrontare le difficoltà della vita, portando a scoprire che il dolore, per essere superato, deve essere condiviso. E' il nuovo romanzo dello scrittore torinese - trapiantato a Milano - Alberto Schiavone, che verrà presentato dall'autore stesso venerdì alle 20.45 negli spazi della libreria Libooks di Cantù, in via Dante. Schiavone, che ha già scritto altri 4 romanzi, parlerà della sua ultima fatica letteraria dal titolo "Ogni spazio felice", edita da Guanda.

Con una scrittura precisa come un bisturi ma sempre partecipe e vicina ai personaggi, l'autore dà vita a quella che è una vera e propria indagine sulle varie forme dell'infelicità umana, richiamando alla mente il famoso incipit dell'Anna Karenina di Tolstoj, secondo cui "tutte le famiglie felici sono simili le une alle altre; ogni famiglia infelice è infelice a modo suo". Attraverso uno sguardo che sposa la capacità osservativa dell'entomologo e l'empatia umana di chi condivide il sentire delle persone che racconta, Schiavone traccia vite ordinarie messe sottosopra dalla morte di un figlio, dalla caduta nell'alcolismo, i tentativi di evasione da una quotidianità opprimente e desolante e l'inaspettato riaprirsi di una possibilità di felicità condivisa. L'ingresso alla serata è libero.