Como, 1 marzo 2016 - Il Como pareggia 1-1 contro il Lanciano e dice addio alla B. I lariani hanno attaccato per 90 minuti, ma come al solito si sono fatti infilare da un gol nel finale. Al 31’ arriva il rigore, per un netto atterramento di Ghezzal, che era entrato in area a sinistra e atterrato da Bacinovic. Ganz batte a destra e Cragno va a sinistra.

Il Lanciano ha una palla d’oro al 44’ con Marilungo, che tira alto quando era solo in area, da azione di calcio d’angolo calciato da Vitale. La ripresa inizia con il Lanciano in attacco, ma il Como al 3’ prende un altro palo, con un tiro da fuori di Basha che s’infrange sulla traversa, la palla ritorna sui piedi di Ganz, che al volo sporca la palla di rimbalzo che però non sorprende Cragno.

Il pareggio arriva al 24’, con una bomba di destro dalla distanza di Bacinovic, lasciato solo, la sua parabola si abbassa e s’infila sotto la traversa, dopo aver saltato Scuffet partito in ritardo. La reazione del Como è confusionaria e Ghezzal prende il terzo palo della serata.