Brescia, 31 dicembre 2017 - L'Atlantide Brescia ha chiuso il 2017 nel migliore dei modi. Nell'ultima gara dell'anno al San Filippo la squadra di coach Roberto Zambonardi ha sconfitto con un significativo 3-0 il pur quotato Gioia del Colle. La vittoria ha consolidato il terzo posto dei Tucani, che si avvicinano così alla conclusione della regular season conservando gelosamente un posto tra le prime quattro che parteciperanno poi ai play off. Un traguardo di grande importanza, che non solo garantirebbe in ogni caso la salvezza anticipata alla formazione del presidente Giuseppe Zambonardi, ma permetterebbe a capitan Tiberti e compagni di alzare l'asticella delle ambizioni stagionali.

Un obiettivo che, però, non è ancora in cassaforte per il sestetto biancazzurro, che già tornerà in campo mercoledì 3 gennaio per rendere visita al Tuscania nell'ennesimo appuntamento da non sbagliare di questo autentico tour de force: "Ci sono ancora in palio dodici punti - spiega capitan Tiberti - e quindi non abbiamo nessuna garanzia. In ogni caso abbiamo compiuto un importante passo in avanti. Il prossimo sarà quello di andare a fare punti in casa del Tuscania. Non abbiamo raggiunto niente, ma siamo noi i padroni del nostro destino e una vittoria come quella che ha chiuso l'anno con Gioia del Colle ti trasmette carica e serenità".

In questo momento nel quale si stanno decidendo le sorti della regular season, in effetti, l'Atlantide, che tornerà al San Filippo per ospitare il Lagonegro nel prossimo fine settimana, sta mettendo in mostra il più che incoraggiante grado di forma dei suoi giocatori. Codarin si è distinto come il miglior giocatore nella sfida con Gioia del Colle, capitan Tiberti continua la sua fondamentale opera in cabina di regia (dentro e fuori dal campo), mentre elementi come Esposito, Fusco e Mazzon stanno mettendo in mostra una crescita continua. Ancora quattro "passi" ed i Tucani potranno festeggiare un traguardo che in pochi alla vigilia avrebbero osato pronosticare. Bisogna continuare al massimo della grinta e portare a felice conclusione il tour de force che aprirà il nuovo anno.