Brescia, 6 ottobre 2017 - Il rammarico per la beffa patita nel finale in casa dell'Ajax nell'andata dei sedicesimi di finale di Champions League è ancora molto forte, ma il Brescia deve già concentrarsi sul Campionato, senza pensare affatto alla gara di ritorno con le olandesi che si disputerà la sera mercoledì 11 al "Rigamonti" (con capitan Girelli e compagne costrette a ribaltare l’1-0 subito in terra olandese).

Domani, infatti, sarà già la volta della prima gara interna al "Club Azzurri", dove arriverà il Sassuolo, una delle tante novità di questa stagione che pur senza essere partito con il piede giusto rappresenta comunque un ostacolo da prendere con le molle. Oltre tutto le giocatrici di Giampietro Piovani dovranno fare i conti con le "tossine" (sia fisiche che mentali) della recente trasferta in Olanda, un possibile ostacolo in più per il tecnico biancazzurro che, oltre a ribadire di credere nella qualificazione in Champions League, ribadisce la massima fiducia nelle sue ragazze.

"Si sono sempre allenate con intensità e con la massima disponibilità. Sono certo che con il Sassuolo entreranno in campo con lo spirito giusto e che potremo fare bene". In effetti la gara con le neroverdi emiliane offre alle Leonesse l'occasione di un pronto riscatto dopo l'immeritata battuta d'arresto patita in Olanda, una prova che possa confermare l'ottimo stato di salute di una squadra che sabato scorso a Bari è partita a spron battuto ed ha dimostrato di voler essere una brillante protagonista di questa serie A così ricca di novità.