Brescia, 12 ottobre 2017 - Il Brescia ha fatto l'impresa. Le Leonesse sono riuscite a cancellare l'immeritato 1-0 patito nel finale in Olanda e con un gol per tempo di Daleszczyk e Mendes sono riuscite a far proseguire la loro avventura in Champions League. L'atteso match di ritorno si apre subito con un brivido per i tifosi bresciani. Al 1' non scatta la trappola del fuorigioco e l'Ajax potrebbe usufruire di un pallone assai invitante, ma non riesce a concretizzare l'occasione. Col passare dei minuti le Leonesse si tranquillizzano e al 9' capitan Girelli chiama la difesa olandese ad un difficile recupero.

La squadra di Giampietro Piovani cresce e al 23' giunge il sospirato vantaggio. Daleszczyk si incarica di battere un angolo dalla sinistra. La traiettoria della centrocampista polacca inganna Sarasola, ottima protagonista all'andata, e finisce la sua corsa in fondo al sacco. La compagine biancorossa cerca di reagire, ma l'opportunità più interessante giunge solo sugli sviluppi di un retropassaggio corto della Girelli che comunque Ceasar è brava a gestire. Alla mezzora ci prova ancopra la Daleszczyk, ma la sua sventola si perde a lato, mentre sul fronte opposto le olandesi costringono a due attenti recuperi Fusetti ed Hendrix.

Il finale del primo tempo vede ancora il Brescia in avanti, ma gli spunti di Giacinti e Sabatino non modificano il risultato che affida alla ripresa il compito di stabilire la squadra che raggiungerà gli ottavi di Champions League. Nella ripresa l'Ajax si rende pericolosa per prima e manda al tiro Van Der Most (due volte) e Van Lunteren, ma il punteggio non cambia. Il Brescia replica al 22' con una punizione da posizione interessante di Girelli che però termina alta. Al 37', ancora sugli sviluppi di un angolo battuto da Daleszczyk, giunge l'azione che completa l'impresa del Brescia e un perfetto stacco di testa di Mendes regala alle Leonessa l'ambita qualificazione agli ottavi di Champions League.