Brescia, 17 luglio 2017 - Il Brescia del nuovo corso punta su una vera e propria "internazionalizzazione" per rimanere ai vertici del calcio femminile. Il cosiddetto "anno zero", che sarà guidato dalla panchina da Giampietro Piovani, riceverà così un importante contributo da giocatrici straniere. In effetti, dopo l'arrivo delle due centrocampiste polacche Aleksandra Sikora e Katarzina Daleszczyk, la rosa delle Leonesse si è arricchita anche con l'arrivo del difensore portoghese Monica Mendes. Anche l'ultima arrivata, come accade per le due giocatrici della Polonia, è nel giro della nazionale del suo Paese ed in questi giorni è in Olanda per disputare i Campionati Europei. La ventiquattrenne lusitana arriverà a Brescia al termine della competizione continentale, ma ha già fatto conoscere le sue prime sensazioni da calciatrice biancazzurra: "Ho scelto Brescia perché mi hanno subito conquistata il progetto della società e gli obiettivi che si vogliono raggiungere per la prossima stagione. L'idea è quella di continuare ad essere una delle migliori squadre in Italia e io spero, insieme a tutte le mie compagne, di poter dare un valido apporto affinché questo accada. So che la serie A è un Campionato difficile e competitivo, ma con professionalità e determinazione daremo il massimo per raggiungere questi traguardi". Sul fronte delle partenze, dopo il passaggio di Annamaria Serturini al Bari, rimangono al centro dell'attenzione pedine importantissime come Gama, Bonansea e Rosucci, che sono in predicato di passare alla Juventus, e capitan Cernoia, che potrebbe optare per un'esperienza all'estero.