Brescia, 10 febbraio 2018 - Tutto davvero facile per l'An Brescia che nella prima giornata di ritorno del campionato di Serie A liquida Catania senza nemmeno faticare troppo. Alla Mompiano finisce 20 a 4 per la squadra di Sandro Bovo e il risultato è lo specchio della grande differenza vista in acqua. Brescia così come nella gara di mercoledì contro il Partizan di Belgrado in difesa non ha concesso nulla e questa volta, a differenza dell'impegno di coppa vinto seppur con qualche sbavatura di troppo, anche in attacco non si sono visti errori. L'An si schiera con Morretti in porta al posto di Del Lungo, e a disposizione dei vicecampioni d'Italia c'è anche il giovanissimo Rocco Ranzanici chiamato a sostituire l'infortunato Manzi. Il classe 2002 non tradisce il suo allenatore: in vasca si sa fare rispettare e nell'ultimo quarto bagna il suo esordio nella massima serie trovando anche un gol su rigore. Per il prodotto del vivaio bresciano non poteva andare meglio.

Dall'altra parte Catania si è presentata alla Mompiano con soli 12 giocatori a referto dopo il forfait all'ultimo secondo di Kovacic fermato da un problema alla gamba. L'importante assenza ha reso ancora più difficile la partita per i siciliani che già alla fine del primo quarto si sono trovati sotto per 5 a 1. Tracinati da Muslim e soprattutto dai fratelli Presciutti (5 gol per il capitano Christian, 4 quelli di Nicholas) i ragazzi di Bovo hanno dilagato con facilità chiudendo la prima metà di partita in vantaggio per 11 a 3. Brescia non ha rallentato nemmeno nella frazione centrale dell'incontro infilando altre sei reti nella porta degli avversari. Negli ultimi 8 minuti altre tre reti per Brescia e una per Catania hanno fissato il risultato sul 20 a 4 finale.

"Abbiamo giocato bene, seguendo le indicazioni del tecnico, ovvero curare la difesa e sfruttare con lucidità le opportunità da rete - sottolinea il debuttante Rocco Ranzanici raggiante per l'esordio e per il rigore trasformato - Personalmente sono davvero soddisfatto. Avevo un po' di emozione all'inizio, ma quando sono entrato in acqua mi è passata. Il rigore? Da fuori sembra facile, ma il pallone in quel momento pesava davvero tanto".

 

AN BRESCIA-SELECO CATANIA 20-4 (5-1, 6-2, 6-0, 3-1)
An Brescia: Morretti, Guidi 1, C. Presciutti 5, Ranzanici 1, Paskovic 1, Rizzo, Muslim 3, Nora 1, N. Presciutti 4, Bertoli, Janovic 2, Vukcevic 2, Del Lungo. All. Bovo
Seleco Catania: Jurisic, Lucas 1, B. Torrisi, La Rosa, Sparacino, Russo, G. Torrisi 1, Danilovic, Kacar 2, Privitera, Divkovic, Graziano. All. Dato
Arbitri: Gomez e Romolini
Note: Spettatori: 250 circa. Superiorità numeriche: Brescia 4/6 + due rigori, Nuoto CT 0/0 + un rigore. Nessun giocatore uscito per limite di falli.