Brescia, 12 novembre 2016 - "E' una domanda che riguarda il futuro della gente", quella del referendum costituzionale spiegato dal ministro delle Riforme, Maria Elena Boschi, a Brescia per un dibattito pubblico. "I cittadini italiani spero che sfruttino questi giorni per leggere bene quello che dovranno scegliere il 4 dicembre - ha aggiunto -. Non è una domanda che riguarda un partito o il governo, ma il futuro della gente. Speriamo che i prossimi venti giorni portino un'aria positiva, un vento di cambiamento che ci faccia dire Sì al referendum. Bisogna puntare alla vittoria per le riforme che possano portare il paese a cambiare la Costituzione - ha aggiunto - magari con un terzo di parlamentari in meno e con risposte più rapide per aziende e cittadini. Siamo contro il bicameralismo perfetto perché non blocca solo la politica, blocca le vite dei cittadini. Se una legge serve dobbiamo approvarla nei tempi che servono e devono essere tempi certi. La riforma - aggiunge nel corso del dibattito organizzato alla Camera di commercio di Brescia - non limita la democrazia ma la burocrazia. Abbiamo bisogno di un sistema più semplice con meno regole ma uguali per tutti". Infine, un commento sulle elezioni presidenziali negli Stati Uniti: "Non credo che la vittoria di Trump cambi lo scenario italiano".