Manerba del Garda, 13 dicembre 2018 - Ha cercato di truffare un anziano che hanno fa aveva già vissuto la stessa esperienza, ma grazie all’accortezza dell’uomo e alla prontezza dei carabinieri e della polizia locale, è finito nei guai. I carabinieri di Manerba del Garda e della Polizia Locale del consorzio Unione Valtenesi, l’altro ieri , hanno arrestato in flagranza di reato per tentata truffa aggravata un 41 enne residente sul lago di Garda. L’uomo, dopo un primo tentativo di approccio avvenuto nella mattina, nel pomeriggio si è presentato a casa di un 73 enne di Soiano del Lago che, alcuni anni fa, era stato vittima di una truffa da parte di uno sconosciuto che gli aveva proposto l’acquisto di alcuni apparecchi per ridurre i consumi di elettricità, pagati 1.400 euro e ovviamente privi di alcuna efficacia.

Il malvivente, che era a conoscenza del fatto, si è recato dal pensionato chiedendogli 240 Euro che sarebbero serviti a recuperare la cifra persa nel passato. In questo caso la vittima designata non si è persa d’animo e, tergiversando, è riuscita a chiamare il centralino del 112 con conseguente intervento di personale dei Carabinieri e della Polizia Locale che hanno quindi arrestato il soggetto, già noto per i suoi trascorsi, accompagnandolo nella giornata di ieri presso il Tribunale di Brescia ove è stato sottoposto a giudizio direttissimo con relativa convalida dell’arresto e richiesta dei termini a difesa.