Brescia, 12 agosto 2017 - La Guardia di Finanza di Brescia ha individuato 28.902 oggetti potenzialmente non sicuri per la salute e in violazione delle norme previste dal codice del consumo in un negozio cinese della città che vendeva tra l'altro molti articoli per l'estate. Sono stati sottoposti a sequestro capi di abbigliamento, oggetti, prodotti per la cura della persona e accessori (cosmetici, pettini, elastici e fermagli per capelli), articoli per la casa nonché accessori per animali.

Le irregolarità sono state sanzionate in via amministrativa. La merce insicura era priva delle indicazioni obbligatorie in lingua italiana (provenienza, tipologia di prodotto, materiali impiegati, istruzioni, precauzioni e destinazioni d'uso) necessaria e diretta a garantire la corretta e completa informazione al consumatore.