Brescia, 16 giugno 2017 - Rinviato a giudizio con l'accusa di omicidio colposo un 75enne bresciano che il 5 dicembre 2015 aveva provocato l'incidente stradale nel quale morì Nicola Gheza, 19enne di Esine che era in sella alla sua moto. Il giovane venne  travolto e ucciso dall'auto, proveniente dal senso opposto, e guidata dal 75enne che, stando alle perizie, aveva superato i limiti di velocità. L'incidente avvenne a Esine, lungo la Provinciale 8, in un tratto di strada dove il limite di velocità è di 50 km orari. Rigettata la tesi secondo la quale il giovane motociclista non avrebbe rispettato una precedenza.