Brescia, 12 gennaio 2018 - Da tempo, infastidiva e molestava giovani donne in centro storico, prevalentemente nella zona di San Faustino e dell’Università degli Studi. Grazie all’attenzione della polizia locale cittadina, da qualche giorno ha smesso di farlo perché è stato fermato e poi accompagnato al centro di identificazione ed espulsione di Bari da cui farà ritorno nel suo paese. A finire nei guai è stato un cittadino ghanese di 32 anni su cui gravano numerosi ordini di espulsione ai quali non ha mai ottemperato. A seguito di numerose segnalazioni da parte di cittadini e commercianti, alla fine del mese di agosto 2017 gli agenti del distaccamento Centro Storico hanno avviato le indagini e hanno individuato il ghanese come responsabile di molestie nei confronti di alcune donne. La Polizia Locale lo ha quindi tenuto costantemente sotto per evitare che tornasse a dare fastidio. Dopo aver informato l’autorità giudiziaria e la Questura, il Comando è riuscito a fermare il ghanese, cogliendolo sul fatto. Martedì 9 gennaio, un’agente della Polizia Locale in abiti civili è stata avvicinata dall’uomo e, poiché questi ha cercato di molestarla, è stato arrestato e accompagnato in via Donegani. Il ghanese, pregiudicato, dovrà rispondere del reato di molestie.