Iseo, 11 gennaio 2018 - Riccardo Venchiarutti, sindaco di Iseo, ha affidato a un post su Facebook la notizia della sua candidatura alle prossime elezioni regionali nella lista di Giorgio Gori. Un segreto già svelato, visto che da prima di Natale lo stesso sindaco, sullo stesso social network, aveva di fatto preannunciato questa decisione. "Conosco Giorgio da una vita, con lui ho mosso i primi passi nel mondo del giornalismo - scrive Venchiarutti - Ne condivido l'impegno quale amministratore e la dedizione alle Comunità che entrambi rappresentiamo e alle quali continuiamo a dedicarci con energia e passione. E' l'espressione di un impegno civile disinteressato, difficile, coinvolgente, spesso controverso, ma al tempo stesso ricco di soddisfazioni personali".

Parole al miele che, a onor di cronaca, sono state precedute - questo lunedì - da pensieri altrettanto affettuosi, certamente oltre la normale dialettica politica, per il candidato uscente al Pirellone, Roberto Maroni: "Non l'avrei votato, non sono un ipocrita - ha scritto sulla sua pagina Facebook  su cui è sempre più attivo - ma l'ho stimato e continuerò a stimarlo. Ha fatto molto per il nostro territorio e più in generale è stato un interlocutore ragionevole e non fazioso. La vera politica è fatta di confronto anche e soprattutto con chi non la pensa come te". Apprezzamenti che gli sono valsi attestati di stima anche da diversi esponenti del centrodestra lombardi, tra cui la bresciana Viviana Beccalossi assessore nell'attuale giunta Maroni.

Cosa accadrà al Comune di Iseo se Venchiarutti dovesse essere eletto? La legge attuale impone, entro tre mesi dall'eventuale elezione, di scegliere quale carica tenere. Quindi, visto che Venchiarutti opterebbe per quella in Lombardia, il Comune dovrebbe passare nelle mani di Pier Franco Savoldi attuale vicesindaco. Questione di pochi mesi, visto che Iseo tornerà al voto nella primavera del 2019 e che la tornata elettorale è preceduta dal "semestre bianco".

Classe 1956, Venchiarutti, sposato e padre di due figli, è sindaco di Iseo dal 2009 (riconfermato) e per tanti anni è stato volto dell'economia nazionale per la Rai di Milano. E' anche vicepresidente di I.S.E.O. (Istituto di Studi sull'Economia e l'Occupazione), fondato dal premio Nobel Franco Modigliani, ora presieduto da un altro premio Nobel per l'Economia, il professor Robert Solow del MIT, il celebre Istituto di tecnologia del Massachusetts.