Brescia, 16 giugno 2017 - L'eroina sta tornando in auge. Lo dimostra anche l'ultima operazione della Polizia Locale di Brescia, che il 12 giugno - ma la notizia è stata resa nota solo oggi - ha sequestrato un chilo e cento grammi di stupefacente (valore sul mercato, circa 60mila euro) e ha arrestato quattro persone, tre nordafricani e una donna originaria di Piacenza ma di casa nel Bresciano.

Le manette sono scattate dopo una serie di appostamenti scaturiti in seguito a numerose segnalazioni dei cittadini, che avevano notato l'attività di spaccio nei parchi della zona ovest della città. Le indagini hanno permesso di risalire al nascondiglio utilizzato dalla banda, tutta di pregiudicati, un tunnel scavato sotto la massicciata ferroviaria dietro campo nomadi di via Orzinuovi. Le dosi già pronte venivano invece occultate di volta in volta sotto gli alberi del circondario e dentro il condizionatore di un locale.