Brescia, 9 febbraio 2018 - Settantacinque interventi in un anno per difendere i loro diritti, assicurarsi stiano bene e siano tenuti a norma di legge. E' il bilancio del nucleo difesa animali della Polizia Locale di Brescia, che in stretta collaborazione con il distretto veterinario Ats approfondisce segnalazioni ed esegue accertamenti. La mole di lavoro più consistente nel 2017 ha riguardato i casi di maltrattamenti e di abbandono, in via prioritaria di cani, che l'anno scorso sono sfociati in 29 interventi. L'agente e l'ufficiale che costituiscono il nucleo sono invece usciti 27 volte per risolvere situazioni di disturbo o di quattrozampe molesti, anche se nel complesso al comando sono arrivate 150 segnalazioni per difficile convivenza con gli animali dei vicini. Nove invece le uscite per colonie feline o per gatti in stato di abbandono, oppure maltrattati, due per allevamenti abusivi di cani e due perché qualcuno aveva piazzato esche avvelenate nei parchi cittadini (in un caso l'indagine è tuttora in corso).