Chiari, 10 ottobre 2017 - La dipendente di una scuola dell’infanzia della Franciacorta è finita nei guai per essersi arbitrariamente appropriata di ben 160mila Euro che avrebbero dovuto essere utilizzati dall’istituto. La donna, R.G., 46 anni, è stata fermata dai finanzieri di Chiari, che hanno scoperto che nel giro di quattro anni si è impossessata delle rette e dei contributi pubblici versati in favore di una scuola materna della Franciacorta. La signora, che è stata denunciata per peculato, ha effettuato prelievi dai conti correnti dell’Istituto scolastico per utilizzare il denaro ai fini personali. Con i 160mila euro che avrebbero dovuto favorire gli scolari la dipendente si è comprata capi di abbigliamento e calzature ma anche mobili, piante e fiori, confezioni natalizie ed altri oggetti.