Chiari, 15 giugno 2017 - Servizio coordinato di controllo del territorio questa notte, nella zona di competenza dei carabinieri della compagnia di Chiari, che hanno collaborato con i colleghi del Nucleo antisofisticazione e sanità dei carabinieri e dei militari del Nucleo ispettorato del lavoro di Brescia, coadiuvati da ispettori della Asl di Rovato. Gli uomini e le donne coordinati dal capitano Stefano Giovino hanno deferito in stato di libertà per il reato di rissa due ragazzi italiani originari della provincia di Trento, di 20 e 21 anni, un marocchino 19enne residente a Coccaglio già noto alle Forze dell’ordine e un cittadino albanese 22enne di Adro.

Gli operanti hanno segnalato alla Prefettura un bresciano di appena 16 anni residente ad Adro, poiché trovato in possesso di una sigaretta contenente sostanza stupefacente tipo "hashish", posta sotto sequestro amministrativo. Contestualmente, i militari del Nas hanno accertato ripetute violazioni del divieto di somministrazione alcolici a minorenni, mentre i Carabinieri dell'ispettorato del lavoro hanno controllato complessivamente 24 lavoratori di cui 4 impiegati in nero, elevando complessivamente contravvenzioni amministrative per un importo superiore ai 15 mila euro. Sono stati anche controllati 84 persone e 41 veicoli, elevate 6 contravvenzione ed eseguito un fermo amministrativo di veicolo ad un uomo che guidava senza patente.