Ceto, 12 settembre 2017 - In primo grado sono stati condannati rispettivamente a tre anni e quattro mesi e a due anni e sei mesi di reclusione per avere dato fuoco il 26 dicembre del 2011 e il 30 luglio 2012 all'auto dell'ex sindaco di Ceto, Franco Guaini. Per Roberto Donina, 47enne di Ceto e condannato lo scorso ottobre a 2 anni e 8 mesi per una serie di angherei nei confronti dell'attuale sindaco di Ceto Marina Lanzetti, e per Graziano Zanotti 54enne di Cimbergo, la Procura generale ha chiesto la conferma della condanna anche in secondo grado.

Per i giudici di primo grado Zanotti, all'epoca dei roghi consigliere nel Comune della Valle Camonica, era da considerarsi il mandante delle intimidazioni. Donina invece è stato ritenuto l'esecutore materiale degli attentati insieme ad Alessandro Fasano (pure lui condannato a due anni e sei mesi) che ha deciso di non fare appello alla prima sentenza. I difensori dei due imputati hanno invece chiesto l'assoluzione. La sentenza è attesa per il 5 dicembre. Il giudice vuole infatti ascoltare alcuni testimoni prima di pronunciarsi.