Brescia, 19 aprile 2017 - Sedici sanzioni ad altrettante aree di servizio e distributori di carburante. E' questo il bilancio di una specifica attività di controllo della polizia municipale di Brescia svolta tra il febbraio 2016 e l'aprile 2017 per tutelare i consumatori dalle frodi. L'attività si è concentrata soprattutto sulle pompe di benzina della zona sud-est della città. Più nel dettaglio in sei casi sono state appioppate multe da 1.032 euro ai benzinai che non avevano esposto indicazioni di prezzi conformi alle normative vigenti e due sanzioni di 660 euro ciascuna a due esercenti che non avevano avvisato la clientela della sospensione dell'attività per ristrutturazioni. E ancora, altre sette maxi-multe  - sempre da 1.032 euro - hanno riguardato altrettanti benzinai che non avevano effettuato la comunicazione dei prezzi al sito "Osservaprezzi". La sanzione più cara - 2.660 euro - riguarda pero' un distributore che aveva cambiato tipologia di attività senza disporre delle necessarie autorizzazioni.