Brescia, 31 dicembre 2017 - Nessuno scampo per chi guida premendo troppo sull’acceleratore. Da ieri in Tangenziale Sud è attivo un nuovo tutor di ultima generazione. Dopo le prime 24 ore di sperimentazione senza multe, sabato è stato acceso l’occhio elettronico installato in direzione Milano tra le uscite Sant’Eufemia e Brescia centro.

L’apparecchio – da cinque anni ve n’è uno anche in direzione di Verona – sarà operativo per quattro ore al giorno a sorpresa e la farà pagare cara a chi supererà il limite dei 90 chilometri orari. Oltre a registrare la velocità media dei veicoli in transito in quel tratto di quattro chilometri, lungo una tangenziale che è quotidianamente percorsa da una media di centoventimila mezzi, il nuovo “velox-tutor” in alternativa rileverà i picchi di velocità massima di passaggio. La scelta della modalità in funzione sarà casuale. In più, oltre agli eccessi di velocità, il sistema eleverà sanzioni ai veicoli in transito non in regola con l’assicurazione. Ma non è tutto. Anche altrove conviene limitare la guida veloce. Ieri infatti la prefettura di Brescia ha diffuso un decreto emanato lo scorso 29 dicembre con cui individua le strade sulle quali dall’8 gennaio sarà possibile installare autovelox. Bisognerà prestare particolare attenzione sulla Sp 510 Sebina Orientale, sulla Sp 19 tra Concesio, Ospitaletto e Capriano del Colle, sulla Goitese, Lenese e Asolana. E ancora: andranno rispettati scrupolosamente i limiti sulla Sp 37 a Isorella, sulla Sp 567 Del Benaco, sulla Padana superiore, l’Ogliese, l’Orceana, la Sp IX Brescia-Quinzano, la Sp 48 tra Iseo e Polaveno e, appunto, la Tangenziale Sud.