Brescia, 29 settembre 2017 - Roberto Boscaglia ha parlato della partita che domani il suo Brescia giocherà al "Rigamonti" con il Perugia capolista. Una gara alla quale non parteciperanno né Torregrossa né Longhi che non sono riusciti a recuperare e rappresentano fin d'ora, insieme a Gastaldello, assenze pesanti con le quali il tecnico biancazzurro dovrà fare i conti: "Il Perugia - è stato il commento del Mister delle Rondinelle - merita la posizione che occupa. E' bene organizzato, ha entusiasmo e qualità, anche se non credo che sia la squadra più forte di tutte".

Un avversario contro il quale, comunque, il Brescia dovrà dare il massimo: "Siamo una formazione che ancora deve prendere forma. Stiamo valutando alcuni giocatori in chiave futura, ma, nello stesso tempo, vogliamo fare risultato. Le due cose devono conciliarsi, abbiamo un progetto importante da portare avanti". Un progetto che, almeno per adesso, proseguirà sulla base del 3-5-2: "Le scelte vengono fatte nell'intento di portare avanti quello che sappiamo fare meglio, ma anche in base alle caratteristiche dell'avversario di turno. E' chiaro che noi dobbiamo dare il massimo per far emergere le nostre qualità e, al tempo stesso, per raccogliere i risultati desiderati". Due esigenze non sempre facili da far coesistere, ma il Brescia è deciso a provarci, andando in cerca della prima vittoria casalinga proprio contro la squadra che viene considerata la più in forma del momento. Dopo tre pareggi consecutivi (Palermo, Pro Vercelli e Foggia) è arrivato il momento di far sperimentare al pubblico del "Rigamonti" il dolce sapore della vittoria.