Brescia, 3 novembre 2017 - Il Brescia che domani alle 15 ospiterà il Venezia è ormai fatto, così come è chiaro l'obiettivo con il quale affronteranno la squadra allenata da Pippo Inzaghi le Rondinelle che sognano la terza vittoria consecutiva. Per raggiungere un simile risultato il tecnico Pasquale Marino è intenzionato ad affidarsi agli uomini ed agli schemi che hanno fruttato i successi con Bari e Pescara. La linea guida sarà il 3-4-2-1, che vedrà all'opera gli stessi interpreti che sono partiti allo Stadio Adriatico. L'attacco influenzale è ormai alle spalle e Somma sarà così al fianco di Gastaldello ed Edoardo Lancini per comporre il trio difensivo davanti a Minelli. In mezzo al campo, con Bisoli e Martinelli a comporre la cerniera centrale agiranno sulle fasce Cancellotti e Furlan, mentre Ferrante e Machin cercheranno di supportare in avanti Caracciolo.

L'Airone, già "oggetto" di attenzioni particolari da parte dei difensori dei lagunari, sarà chiamato ad essere ancora una volta il punto di riferimento delle manovre bresciane, facendo così proseguire il suo momento davvero positivo. Per il resto, oltre a Meccariello che è stato appena operato e dovrà iniziare il recupero, solo Dall'Oglio e Cecchin stanno lavorando a parte e non sono a disposizione di Marino. L'allenatore ha messo più a volte in guardia i suoi sulle insidie portate da un Venezia assai compatto e manovriero, ma le Rondinelle dopo aver ripreso a volare non intendono fermarsi: "Vogliamo giocarcela con il Venezia - ha confermato Tommaso Cancellotti - Sappiamo che non sarà facile, ma ottenere i tre punti sarebbe molto bello. Loro sono una squadra quadrata, che si difende bene, dovremo avere pazienza e sfruttare i momenti giusti. Non dovranno mai mancare attenzione e concentrazione". Solo attraverso questa strada il Brescia potrà centrare la "fantastica terzina vincente".