Brescia, 22 settembre 2017 - Dopo il diluvio di Terni, che ha bloccato la gara con i rossoverdi che verrà recuperata martedì 3 ottobre (proseguendo dal 20' del primo tempo), il Brescia si appresta a tornare in campo per ospitare al "Rigamonti" il Foggia. Il tecnico delle Rondinelle, Roberto Boscaglia, ha tracciato un breve punto della situazione in questa vigilia: "Non è detto che con i rossoneri si possa vedere in campo la stessa formazione che ha giocato con la Ternana. Può essere, ma può anche non essere. L'avversario è diverso e inoltre in questi giorni sono venuti a disposizione altri giocatori che prima non lo erano".

Il mister biancazzurro è abbastanza aperto anche sulle possibili conseguenze delle fatiche del turno infrasettimanale: "Noi abbiamo giocato solo 20' e questo potrebbe essere un beneficio, ma, nello stesso tempo, abbiamo affrontato una trasferta molto lunga e questo affatica sempre". Per quel che riguarda i giocatori indisponibili devono ancora recuperare Torregrossa, Edoardo Lancini e Di Santantonio: "Non sono tra i convocati - ammette Boscaglia - ma mi auguro presto di averli a disposizione". L'ultimo sguardo viene rivolto direttamente al Foggia, l'avversario al quale il Brescia dovrà chiedere la prima vittoria casalinga stagionale: "Non sono partiti benissimo, ma hanno recuperato alla grande - conclude il tecnico biancazzurro che è intenzionato a puntare ancora sul 3-5-2 - E' un gruppo interessante ed è composto da elementi che giocano insieme ormai da tempo. Il Foggia è una squadra propositiva e verrà a Brescia per conquistare un risultato positivo. Dovremo stare molto attenti e rimanere concentrati dall'inizio alla fine".