Brescia, 15 settembre 2017 - Il Brescia che domani ospiterà la Pro Vercelli ha ormai preso la sua forma definitiva. La rifinitura che si è svolta al San Filippo (a porte chiuse) ha permesso al tecnico Roberto Boscaglia di definire le sue scelte e di modellare nei dettagli il 3-5-2 che sfiderà al "Rigamonti" i piemontesi che si apprestano a giocare una gara fondamentale per le sorti della loro panchina. In effetti una sconfitta sancirebbe la fine del "viaggio" di Mister Grassadonia, che, dopo essere rimasto al palo nelle giornate fin qui disputate, è "costretto" a tornare da Brescia per lo meno con un risultato positivo. Sul fronte biancazzurro Cancellotti e Caracciolo sono ormai a disposizione del tecnico, che ha seguito con attenzione anche i progressi di Longhi, mentre il solo Torregrossa ha continuato ad allenarsi a parte.

Sono queste le linee guida per plasmare la forma definitiva delle Rondinelle, che puntano a ripetere il successo colto al "Tardini" davanti al pubblico amico (l'entusiasmo che sta accompagnando la squadra ha portato gli abbonamenti a superare quota 3.000 in pochi giorni): "Sappiamo che sarà una gara difficile - è stato il commento di mister Boscaglia - La Pro Vercelli scenderà in campo con grande determinazione, ma noi vogliamo e dobbiamo proseguire nella strada che a Parma è appena iniziata. Stiamo lavorando con intensità e l'amalgama nel gruppo sta crescendo. Speriamo di poter portare i frutti di tutto questo in campo". Auspici condivisi dal presidente Massimo Cellino, che anche nella presentazione ufficiale nella sede dello sponsor Ubi Banca ha ribadito i suoi ambiziosi progetti: "Vogliamo ringraziare chi ha aiutato questo Brescia e siamo decisi a dare il massimo per riportarlo in alto al più presto".