Brescia, 21 aprile 2017 - Quale sarà il futuro della Promoball, società da anni ai vertici della pallavolo femminile che ha la sua sede a Flero e ha fatto del PalaGeorge di Montichiari la sua casa agonistica? In questo momento nubi piuttosto minacciose si sono addensate sul cammino del sodalizio guidato dal presidente Costanzo Lorenzotti. In poco tempo, infatti, la squadra biancorossa ha subìto la retrocessione dalla A1 e ha visto concludersi il felicissimo ciclo che la legava allo sponsor Metalleghe. L'azienda che dal 1997 ha accompagnato la scalata della Promoball verso l'Olimpo del volley in rosa ha deciso di chiudere la collaborazione e di rivolgere ad altri progetti le sue risorse economiche. Una scelta più che legittima, ma che ha posto i dirigenti flerensi davanti alla necessità di trovare un nuovo partner con il quale portare avanti l'attività sportiva. "Stiamo portando avanti contatti con gli imprenditori e con gli enti locali bresciani - è il commento del presidente Lorenzotti - insieme stiamo cercando di capire cosa si potrà fare e, soprattutto, le strade da percorrere per conservare allo sport bresciano una realtà così importante come la nostra che non è protagonista solo con la prima squadra, ma che sta costruendo qualcosa di importante pure a livello giovanile". La ricerca di fondi sarà dunque fondamentale per capire quale sarà il domani della Promoball che potrebbe venire ripescata in A1 qualora passasse l'allargamento della massima divisione a 14 squadre, ma che potrebbe anche decidere di limitarsi all'attività giovanile.