Brescia, 17 giugno 2017 - In queste ore il mercato del Brescia sta cercando di definire le strategie in entrata. In questo senso è l'attacco che sta ricevendo un occhio di riguardo. I dirigenti di via Bazoli hanno "sondato il terreno" intorno a due punte di indubbio interesse. Da una parte c'è un attaccante che già ha conosciuto la serie B come Cappelluzzo dell'Hellas Verona, un '96 che in questo momento viene seguito da diverse squadre, mentre dall'altra si pone il bomber della Primavera della Roma, Soleri, un ariete con il grande fiuto del gol per il quale sono in molti a prevedere una carriera assai importante. In entrambi i casi il Brescia sembra essersi avvantaggiato sulle altre pretendenti, senza contare che nel caso di Soleri il ds Castagnini può anche contare sui buoni rapporti che uniscono la società biancazzurra a quella capitolina.

I due sodalizi, tra l'altro, devono ancora definire una posizione di indubbio interesse come quella di Calabresi, che quest'anno ha sicuramente fatto bene nelle fila delle Rondinelle. Al centro di numerosi contatti anche la questione-portiere, visto che Minelli gode di parecchie stimatori e potrebbe far prolungare l'illustre tradizione degli estremi difensori lanciati verso l'alto proprio dal Brescia. Tra le situazioni che ancora non hanno trovato una chiara definizione quelle di Romagna e Untersee con la Juventus, mentre Martinelli pare sempre più orientato a giocare le sue carte al prossimo ritiro della Sampdoria.