Brescia, 29 ottobre 2017 - Continuare a lavorare senza guardare troppo la classifica. E' questo l'invito che l'allenatore del Brescia, Pasquale Marino, ha voluto lanciare dopo la bella vittoria conquistata a Pescara. Il tecnico delle Rondinelle ha rivolto subito il suo sguardo in avanti con il fermo proposito di far proseguire il buon momento attuale: "Con queste due vittorie - è la sintesi delle sue riflessioni - ci siamo messi alle spalle un po' di squadre, ma dobbiamo continuare così, senza guardare troppo la classifica". Una continuità che verrà offerta anche al 3-4-2-1 che ha contribuito alle vittorie con Bari e Pescara: "Proseguiremo con questo sistema di gioco che ha offerto risposte positive. Dobbiamo continuare a lavorare per migliorare e crescere. In questo modo abbiamo più equilibrio e la squadra concede poco alle avversarie".

Proprio questo punto offre però uno stimolo per un appunto al Mister biancazzurro: "Nella prima parte della partita e all'inizio del secondo tempo abbiamo cocnesso qualcosa di troppo al Pescara. Questo non deve accadere perché anche un semplice episodio può condizionare una gara. Noi dobbiamo essere uniti e compatti in tutte le fasi di gioco. E' importante non subire gol, ma non dobbiamo dimenticare che la fase difensiva inizia dagli attaccanti e che, nello stesso tempo, quella offensiva dev'essere il frutto degli sforzi di tutta la squadra". Unità di intenti e di spirito che trova però un leader davvero speciale in Andrea Caracciolo: "Sto bene - è il pensiero dell'Airone - Mister Marino mi fa sentire importante e anche se ho 36 anni non vedo perché non dovrei dare il mio contributo al gruppo. Dobbiamo continuare tutti insieme a dare il massimo, passo dopo passo".